Murray Hotel: un’altra prestigiosa collaborazione con Foster+Partners

Si è da poco concluso il progetto di Foster+Partners per la riqualificazione e ridisegno degli interni di un edificio ad Hong Kong riconosciuto come un importante esempio di architettura moderna. Il Murray, costruito nel 1969 nel quartiere centrale degli affari della città come sede generale del governo, da pochi mesi è diventato un lussuoso hotel con 336 lussuose camere, un bar all’ultimo piano, diversi ristoranti e spazi per eventi. Il progetto è basato su un continuo dialogo tra il passato e il nuovo ed è per questo che lo studio Foster+Partners ha scelto di collaborare nuovamente con Fabbian.
Nelle zone comuni dell’ingresso e ristorante sono state predisposte cinque pareti divisorie in vetro di diverse dimensioni e notevole peso (fino a 1000kg) costituite da numerose formelle in cristallo il cui disegno richiama il motivo a griglia della facciata dell’hotel, tutte incorniciate da una cover dorata. Alle pareti sono stati incassati dei riquadri illuminati a led, utilizzando le formelle in cristallo incollate su degli specchi per riflettere maggiormente la brillantezza del vetro. Infine nel Rooftop bar sono state ideate due sospensioni rettangolari (200x60cm) e una grande ovale (600x300cm) costituite da grandi piastre con incassati numerosi faretti Cheope racchiusi da una cornice in eulithe, un materiale simile al legno ma più leggero e sintetico sul quale son possibili trattamenti come la cromatura. Un’opera unica e originale, realizzata interamente da Fabbian su progetto esecutivo di Foster+Partners, che ha ridato carattere e vita ad un importante edificio della città.
La grande esperienza e qualità produttiva Fabbian ha ancora una volta lasciato un importante segno nella storia del design, una concreta dimostrazione di come l’azienda sia sempre pronta e aperta a progetti unici e su misura.

Progetto: Foster+Partners
Ph: Nigel Young / Foster+Partners
2018

Logo Fabbian

Welcome to Fabbian international website

Fabbian is also available for the North America market: click here to visit the North American website